Chakula bora
Giovedì 21 Agosto 2008 10:47

Cibo migliore" un aiuto ai malati di AIDS

Chakula bora, cioè: Cibo migliore.

E' un aiuto che vogliamo dare ai malati di AIDS o infetti da Hiv.
Questi ammalati ricevono dal governo le medicine, gratuitamente, ma hanno bisogno di una alimentazione particolare per far fronte ai forti farmaci che assumono.

Filomondo collabora con l'invio di 200 euro mensili in modo da sostenere 20 malati.

Sostieni questo progetto, offri ciò che il tuo cuore ti suggerisce.


"Si può donare senza amare, ma non si può amare senza donare"

Robert Louis Stevenson  (1850-1894)


dalla lettera di P. Cesare del 2 maggio 2007

PROGETT0 CHAKULA BORA                                  

  Nei tre villaggi che ci circondano (Veyula, Msalato e Mchemwa nella regione e provincia di Dodoma, in Tanzania), molti sono i malati di Aids o infetti da Hiv, ma pochi osano esporsi e hanno il coraggio di ammetterlo. E dietro a questa situazione: che passione. quanta miseria, rabbia e disperazione, quanto dolore e rassegnazione di uomini, donne, bambini, e... intere famiglie! consegna di prodotti alimentari
Attraverso Ong estere, il governo del Tanzania ha promosso e sta promuovendo una grande campagna di sensibilizzazione perché tutti abbiano a fare il test dell'Aids: chi viene trovato ammalato e tale si vuole riconoscere, il governo, sempre attraverso le Ong internazionali, provvede gratis ad ognuno le medicine adatte allo stadio della sua malattia. Poiché queste cure esigono un'adeguata alimentazione, il governo, sempre attraverso le Ong, ha passato, nei primi anni di questa progetto, anche un certo quantitativo di alimentari ad ogni ammalato.
   Da un anno in qua però, il governo e le Ong interessate, pur continuando a passare gratis le medicine, non contribuiscono più con gli alimentari della dieta richiesta in questi casi... ecco dunque il nostro piccolo progetto: "chakula bora", in swahili, "cibo migliore", ovvero dieta bilanciata per far fronte ai forti farmaci  che assumono.
I malati che ricevono le medicine, sono suddivisi in gruppi, che normalmente corrispondono alla circoscrizione dei singoli villaggi: le Ong passano a portare ad ogni gruppo il quantitativo di medicine necessarie, o i singoli vanno a ritirarle nel punto di distribuzione loro assegnato, e per ulteriori esami.
   Siamo andati a trovare questi gruppi e i singoli ammalati di Aids e abbiamo iniziato a dare loro un piccolo contributo per l'acquisto di farina, fagioli, carne, olio, zucchero, ecc.., circa euro 10 al mese, a persona.
   Finora nella nostra lista di assistenza c'è solo una cinquantina di ammalati, la stragrande maggioranza non vuole farsi riconoscere come tale. A quanti si sono fatti riconoscere, abbiamo steso una mano amica arrivando a loro attraverso le suore e alcuni laici più sensibili al problema consegna di prodotti alimentari tramite le Suore
   Ora, per poter continuare a far penetrare un raggio di conforto e di speranza nella "valle oscura" in cui si trovano questi ammalati (vuoi per il rifiuto da parte dei loro familiari, vuoi perché la voglia di vivere li abbandona. di giorno in giorno, vuoi per la terribile situazione di miseria in cui si trovano, ecc.), abbiamo bisogno del vostro contributo di solidarietà per continuare ad offrire loro la possibilità di avere una dieta equilibrata, appunto la "chakula bora".

P. Cesare Pozzobon cp

Referente in loco del progetto:   Padre Cesare Pozzobon (Missionario Passionista)


 

LAST_UPDATED2
 

© filomondo.org - 2008 - Realizzato da vivisulserio.it